Vellutata zucca e castagne

Una vellutata che sa di autunno


In questa stagione le nostre tavole si colorano dell'arancione della zucca e le strade si riempiono del profumo di caldarroste.

I

Questa ricetta nasce dall'unione dei due alimenti che più amo in autunno: la zucca e le castagne.


Focus sulla zucca: la zucca è a tutti gli effetti una verdura e, in quanto tale, la porzione è di circa 200 g. Ha un elevato contenuto di acqua, fibra solubile che aiuta a regolarizzare l'intestino, vitamine e sali minerali.






Focus sulle castagne: sono ricche di amidi, quindi più caloriche rispetto ad altra frutta. Tuttavia, sono ricche di fibra, quindi un ottimo alleato per l'intestino. Dal punto di vista nutrizionale, non sono né del tutto frutta, né cereali. Sono più simili alle patate, con un po' più di fibra. La porzione varia ovviamente a seconda del fabbisogno di ciascuno di noi. Indicativamente, possiamo affermare che 200 g di castagne fresche sostituiscono 100 g di pasta (a crudo).



Ricetta



Ingredienti per una vellutata per 4 persone:

  • 1 cipolla

  • 2 carote

  • 1 kg di zucca pulita

  • 1-2 patate medie

  • 200 g circa di castagne fresche

  • 1 foglia di alloro

  • 1 bastoncino di rosmarino

  • 3-4 cucchiai d'olio e.v.o.

  • 1 pizzico di sale


Pulire le castagne e metterle a bagno in acqua e alloro, quindi lasciarle cuocere.


Sbucciare le patate, la cipolla e le carote. Tagliare le patate e la zucca a cubetti e tritare con il mixer la cipolla e le carote. Ungere con un cucchiaio d'olio il fondo di una pentola abbastanza grossa (perfette quelle a pressione) e far rosolare il trito di carote e cipolle. Aggiungere poi i cubetti di patate e zucca e il bastoncino di rosmarino e lasciare insaporire qualche minuto.


In una pentola a parte, portare a bollore circa 800 ml di acqua. Quando le verdure saranno ben insaporite, coprirle con l'acqua bollente, aggiustare di sale, coprire la pentola e lasciar cuocere.


Quando le castagne saranno cotte, scolarle e privarle della pellicina (passaggio da effettuare quando le castagne sono ancora calde, perché se si lasciano raffreddare troppo sarà più difficile staccare la pelle!).

Una volta pulite, dividerle in due parti: una si potrà ridurre a pezzettini da aggiungere nella vellutata, l'altra potremo usarla come guarnizione finale del piatto.


Cotte le verdure, togliere il ramo di rosmarino. Dopo di che, si può procedere in due modi:

  1. Se le verdure sono molto morbide, basterà girarle per qualche minuto con una frusta a mano per ottenere una vellutata cremosa e senza pezzi;

  2. Se le patate e la zucca non sono del tutto cotte, consiglio di procedere con il frullino a immersione.

Una volta ottenuta la crema, possiamo aggiungere le castagne ridotte a pezzettini e completare la cottura.


Prima di servire la vellutata, si possono guarnire i piatti con le castagne tenute da parte e l'olio.

Per un tocco in più, possiamo aggiungere dei crostini: consiglio di farli con del pane integrale o ai cereali per un sapore più intenso!





Se provate questa ricetta, fatemi sapere com'è venuta e se vi è piaciuta. Mandatemi le foto alla mail elenadealberti.dietista@gmail.com o taggatemi sui vostri social!


43 visualizzazioni

348 59 63 549

 Dott.ssa Elena Dealberti Dietista.  P.IVA  02587680998

Privacy Policy Cookie Policy